Mojo Station Blues Festival

Willie King @ III Mojo Station Blues Festival - Roma '07.

L’idea del Mojo Station Blues Festival è figlia del primo viaggio nel Deep South nell’aprile del 2005. Gianluca Diana & Pietropaolo Moroncelli recatisi per la prima volta negli States subiscono una fascinazione totale da parte degli incontri subiti lungo strada. Due su tutti lasciano il segno: Robert “Wolfman” Belfour in quel di Memphis e Little Freddie King con la sua band nel quartiere di Algiers a New Orleans. L’ipnosi Hill-Country Blues del primo e l’esplosivo Gutbucket Blues del secondo sono l’apice di una schiera enorme di talenti contemporanei che animano e rendono viva e fertile la scena del Blues di quegli anni. Un’induzione perfetta per andare a scoprire il resto.

Di li a breve il progetto che porta alla nascita della kermesse musicale è lo stesso che anima anche il format radiofonico “Mojo Station – Il Blues e le Sue Culture”: esiste un’alterità culturale forte ed importante nel Sud degli Stati Uniti. E’ viva ed intensa la sincerità culturale di quella terra e sarebbe meraviglioso riproporla. Oltremodo per una forma di rispetto verso la quotidianità di chi vive dall’altra parte dell’oceano: non si può parlare e suonare di Blues soltanto con stereotipi abusati.
Esiste dell’altro: è giusto e sano raccontare e far suonare non solo di storie andate, ma dell’attualità.

Il 6 Novembre 2005 va in scena la prima edizione del Mojo Station Blues Festival, dando spazio ad artisti affermati negli USA ma qui misconosciuti, ed affiancandoli a giovani talenti locali della città di Roma e del territorio italiano.